Bruno Petkovic ha disputato una delle partite più impressionanti con la maglia della nazionale di calcio della Croazia, segnando una doppietta nella vittoria per 5-0 sulla Lettonia nelle qualificazioni agli Europei. Il primo è stato davvero spettacolare, una punizione che ha colpito il palo destro da 28 metri a 90 km/h.

– È sicuramente più facile se passi in vantaggio con un goal iniziale, perché puoi abbattere rapidamente il tuo avversario e uccidere tutte le sue idee. Fin dal primo momento l’approccio è stato eccellente e si vedeva la differenza di qualità. I tre punti sono importanti e devono essere ripetuti lunedì, ha detto Petkovic a Nova TV.

Dopo aver perso la finale della Società delle Nazioni, la Croazia sembrava piena di motivazioni e ha iniziato un nuovo ciclo.

– Abbiamo buoni giocatori e carattere e sappiamo che quello che è successo in Olanda appartiene al passato e stiamo pensando a cosa succederà dopo. Abbiamo una buona Nazionale che può competere con le migliori squadre e dobbiamo proteggerla e difenderla – ha detto l’attaccante della Dinamo che quest’estate tirerà, segnerà e farà assist con la maglia del club.

– Quindi per me i gol sono importanti per tutti gli attaccanti, me compreso. Non sono uno statistico, ma ovviamente mi fa piacere. Cercherò di farlo in tutte le mie prossime partite.

L’Armenia ha pareggiato 1-1 contro la Turchia, sfiorando una vittoria shock, e lunedì ha ospitato la Croazia.

– Continuerò a pensare a come posso massimizzare le mie capacità e dare vita al mio miglior gioco. Ci concentriamo su noi stessi, rispettiamo i nostri avversari, apportiamo qualche piccola modifica al nostro gioco, ma guardiamo anche noi stessi.

Luka Ivanuzek ha aggiunto un gol, il secondo dei quali ha posto fine a un lungo digiuno durato sei anni e mezzo.

-Abbiamo preso la partita molto sul serio ed eravamo concentrati. La partita è iniziata con un gol in apertura e la qualità è venuta alla ribalta. Per me era importante entrare seriamente e l’ho fatto, ed è successo – ha detto il nuovo giocatore del Feyenoord.

Doveva partire dalla panchina, ma Mateo Kovacic si è infortunato leggermente durante l’ultimo allenamento pre-partita.

– Purtroppo Matteo si è infortunato, ma ho fatto una buona partita. Certo, potrebbe sempre essere migliore, ma è stato molto buono. “Spero che gli allenatori e gli altri giocatori siano soddisfatti”, ha detto.

Alla fine del periodo di mercato si è trasferito al Feyenoord per 8,5 milioni di euro e ha contribuito direttamente alle loro vittorie.

– L’inizio è stato molto buono, c’è una bella differenza rispetto all’HNL. Sono soddisfatto. Sta a me continuare a giocare come ho fatto con la Dinamo. È un passo avanti, qualcosa di completamente nuovo in termini di modo in cui facciamo le cose, di modo in cui ci alleniamo, di struttura del club ecc., ma ha anche grandi obiettivi in ​​Champions League e vincere di nuovo il campionato olandese, dice . Luca. Poi ha continuato dicendo: Rivalità con l’Ajax, dove Josip Josip si unisce a Staro e Borna Sosa:

– Il derby è alle porte. Fai una piccola battuta ogni tanto. Naturalmente siamo grandi amici e daremo il massimo durante la partita.

E l’Armenia?

– Sta a noi giocare la partita come abbiamo fatto oggi. Per favore, prendilo il più seriamente possibile. Non esistono partite facili. È tutto nelle nostre teste, ma siamo professionisti. Credo che siamo entrati bene e vinceremo la partita, ha concluso Ivanuszek.

Lascia un commento