ATENE, GRECIA – Le forti piogge di martedì hanno provocato inondazioni diffuse nella Grecia centrale, allagando le strade e causando danni diffusi. Proprio come i vigili del fuoco hanno spento gli incendi boschivi su larga scala nel paese.

Un uomo è morto e almeno uno è disperso.

Le inondazioni provocate dalla pioggia hanno ucciso almeno altre sei persone nelle vicine Bulgaria e Turchia, tra cui due evacuate in campeggi nella Turchia nordoccidentale, due a Istanbul e due sulla costa del Mar Nero, nel sud della Bulgaria.

Martedì notte quattro delle dozzine di persone in vacanza in un campeggio turco erano ancora disperse.

Un uomo rimuove detriti e fango da una strada dopo che una tempesta ha causato un’inondazione nella città di Volos, in Grecia, il 5 settembre 2023. Di Anastasia Kalekouras/Eurokinissi, via Reuters

La polizia ha vietato il traffico in tre aree poiché la televisione greca ha mostrato auto semisommerse bloccate su strade allagate e auto trascinate in mare o su coste fangose.

Il divieto arriva il giorno dopo che le autorità locali e i vigili del fuoco ellenici hanno avvertito le persone di evitare viaggi non necessari durante l’inizio del fronte umido, Storm Daniel.

I vigili del fuoco greci hanno annunciato che un uomo albanese di 51 anni è morto dopo essere caduto contro un muro. I media statali lo hanno identificato come un allevatore che voleva prendere i suoi animali.

Il portavoce dei vigili del fuoco Vassilis Vatrakogiannis ha detto in una telefonata che un uomo di 42 anni è scomparso dopo essere sceso dalla sua auto per salvare il figlio di 16 anni ad alta quota.

“Il ragazzo è stato trovato in macchina”, ha detto.

“Stiamo ancora cercando nostro padre.”

Il danno arriva pochi giorni dopo le massicce inondazioni altrove in Europa: Spagna La lenta tempesta Dana ha portato piogge insolite, ha lasciato una scia di distruzione e ha ucciso almeno cinque persone da sabato. .

Due esperti di canyoning sono annegati sabato in un canyon nei Pirenei spagnoli dopo che la pioggia ha fatto aumentare di dieci volte il livello dell’acqua in pochi minuti, hanno riferito notizie locali.

Un uomo di 20 anni è morto dopo che le alluvioni lo hanno intrappolato in un ascensore nella città di Casalvios del Monte, vicino a Toledo, che è stato allagato da domenica notte a lunedì.

Lunedì sono state ritrovate altre due vittime vicino a Toledo, una delle quali è stata travolta con la sua auto.

Un’auto affonda durante una tempesta sul Monte Pelio vicino a Volos, Grecia, 5 settembre 2023. Thanasis Kariaras/Eurokinissi, via Reuters

Lunedì mattina presto, nella città di Aldea del Fresno, fuori Madrid, un bambino di 10 anni è stato trovato bloccato su un albero durante la notte dopo che l’auto di famiglia era precipitata nel fiume Alberche. Una parte del ponte è crollata e il quarto ponte è stato chiuso.

Rapporti locali dicono che il bambino ha riportato ferite e ipotermia.

La madre e la sorella sono state trovate vive, ma la Guardia Civil spagnola stava ancora cercando il padre.

Secondo il Servizio meteorologico statale (AEMET), la tempesta dovrebbe ritirarsi entro martedì pomeriggio.

Le immagini pubblicate martedì dai media spagnoli mostravano i residenti che trasportavano acqua dalle finestre e spazzavano fango e detriti dalle porte delle loro case.

terrorismo tra i cittadini

In Grecia, le inondazioni hanno colpito il porto di Volos, a circa 200 miglia a nord di Atene, e la vicina città di montagna di Pelion.

I vigili del fuoco hanno ricevuto 400 chiamate di soccorso nell’area di Magnesia (sebbene la maggior parte non fossero chiamate di emergenza).

Il video di Volos mostra auto parzialmente sommerse nella strada e persone trasportate nell’acqua su barche di plastica.

A Pelio, il residente Ilo Proia ha pubblicato un video in diretta su Facebook di un’auto trascinata in mare che chiede aiuto, dicendo che la gente del posto era intrappolata.

Martedì mattina presto, il sindaco di Volos, Achilleas Beos, ha camminato per la città gridando “Dove stai andando?” in acqua fino alle ginocchia agli automobilisti con auto semisommerse. Sono pazzo! Andare a casa! È da ieri che diciamo loro “Sta arrivando molta acqua!” Il fiume strariperà dalle sue sponde. “

Le piogge torrenziali fanno seguito a una serie di enormi incendi boschivi che hanno messo a dura prova gli sforzi antincendio della Grecia quest’estate, con il peggiore incendio da oltre due settimane nella regione settentrionale di Evros, che ha ucciso 20 persone e devastato vaste aree del paese. tiglio.

Vatrakogiannis ha affermato che le autorità hanno inviato messaggi da lunedì avvertendo le persone di rimanere a casa.

Ha detto che la maggior parte delle 400 richieste di salvataggio provenienti dalla regione della Magnesia non erano urgenti e che le squadre di soccorso stavano trasportando 10 persone su barche di plastica.

“Molti provenivano da anziani preoccupati per le acque dell’alluvione che si sarebbero riversate su di loro”, dice.

“La maggior parte delle persone non era in pericolo”, ha aggiunto.

La tempesta ha colpito l’entroterra greco centrale di Volos, la città di Larissa e la città di Kilerre, inviando i vigili del fuoco a dozzine di case e negozi allagati, simile all’isola di Skiathos, dove un video ha mostrato le strade trasformarsi in fiumi di fango. Martedì pomeriggio.

L’entità del danno non è chiara, ma le notizie locali dicono che almeno due fiumi hanno rotto gli argini.

La televisione di stato greca ha diffuso il filmato del crollo di un ponte a Volos dopo l’esondazione del fiume Kravsidnas.

Secondo il portale online meteo.gr del Servizio meteorologico ellenico, nella regione del Pelio sono caduti più di 650 mm di pioggia da mezzanotte a mezzogiorno.

Lascia un commento