Nella tecnologia, le previsioni a lungo termine sono difficili da battere. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni decenti. Le ultime informazioni provengono da leak di Apple che sono bravi a prevedere i cambiamenti nel settore.

Si tratta di Ming-Chi Kuo, un importante dirigente dell’azienda, che ha parlato in plenaria e ha impiegato più di un decennio per verificare. Nel 2013, ha notato che i cavi USB-C sarebbero arrivati ​​agli iPhone, consentendo una ricarica più rapida e un trasferimento dati più efficiente. .

In retrospettiva, è sorprendente come Lightning sia sopravvissuto per così tanti anni in un settore in rapida evoluzione, anche se questa tecnologia di connettività è rimasta indietro rispetto ai progressi di USB Type-C.

In effetti, USB-C funziona su Android dal 2017 e non abbiamo avuto remore a farlo senza Micro USB per fare spazio a una tecnologia più efficiente. Certo, i primi anni saranno tormentati dal cambiamento, ma alla fine vincono tutti.

Lightning, la porta di ricarica per le immagini iPhone.apple

L’impulso per questa transizione è legato alle nuove normative dell’Unione Europea, dove i produttori hanno dimostrato di adottare questo collegamento per standardizzare i servizi ed evitare monopoli.

Apple ha dovuto aspettare fino al 2024 per iniziare a utilizzare la tecnologia, ma tutto ci dice che l’iPhone 15 avrà già USB Type C.

Un altro aspetto del vantaggio dell’USB Type-C rispetto agli adattatori Lightning è che fondamentalmente ha un prezzo molto più competitivo sul mercato, qualcosa a cui neanche Apple era interessata.

Ming-Chi Kuo, l’insider più famoso di Apple.

E se il dispositivo di un marchio dispone di porte non compatibili con altri produttori sul mercato, la mancanza di concorrenza per periferiche critiche come i caricabatterie significa che il prezzo sarà molto più alto.

Quindi questa è una buona notizia per gli utenti dei prodotti Apple. Tutti i dispositivi fino a quest’anno hanno Lightning, quindi l’eliminazione richiederà un po’ di tempo, ma dopo gli utenti avranno più libertà di scelta. Cavi, caricabatterie, segnali.

Apple ha a lungo sfruttato la sua posizione dominante per rendere i suoi caricabatterie estremamente costosi, ma ora è il momento di entrare nel mercato libero. Ovviamente Apple ha sempre un asso da controllare.

Cosa succederà all’iPhone 15? Cosa succederà all’iPhone 15?

Secondo 9to5Mac, Apple terrà un evento di lancio per la serie iPhone 15 mercoledì 13 settembre. Secondo il rapporto, alle società di telefonia mobile è stato detto di non consentire ai lavoratori di prendersi quel giorno libero a causa di un annuncio importante.

Se l’azienda segue la stessa tendenza e la data di rilascio presunta è vera, possiamo aspettarci che i preordini per la serie iPhone 15 inizino il 15 settembre di quest’anno.

Si parla anche di pulsanti di azione che sono tattili e hanno le stesse caratteristiche dell’Apple Watch Ultra, con tasti dedicati che possono essere impostati come scorciatoie a funzioni speciali o menu selezionabili dall’utente.

Questo pulsante si trova solo sui telefoni Apple di fascia alta (iPhone 15 Pro e 15 Pro Max). Questo perché l’azienda sta cercando di differenziare ulteriormente questi telefoni dai telefoni di fascia bassa.

I restanti tasti fisici sul bordo metallico dell’iPhone verranno rimossi e sostituiti con versioni aptiche che utilizzano motori tattili per replicare le sensazioni provocate dal tocco, riproducendo leggere vibrazioni quando l’utente vuole premere un tasto.

Lascia un commento