Quattro agenti di polizia della stazione di polizia di Osmachi in BiH, Republika Srpska, sono stati arrestati e sospesi per aver picchiato un minore di 14 anni, riferisce Clix. È stato aggredito fisicamente durante l’interrogatorio alla stazione.

Anche il Ministero dell’Interno della Republika Srpska ha annunciato che è illegale interrogare i minori nelle stazioni di polizia. Hanno detto che sospenderanno gli ufficiali e avvieranno procedimenti interni contro di loro.

– rileva che la direzione generale della polizia criminale del MUP, in collaborazione con la procura distrettuale di Bijelina, sta conducendo un’indagine sul comportamento degli agenti della stazione di polizia di Osmachi nei confronti di minori di nazionalità bosniaca; Cricks ha scritto che l’indagine era collegata a accuse di condotta penale di abuso di potere o autorità e negligenza professionale.

Alla fine di agosto, il padre del ragazzo raccontò a Cricks cosa era successo. Ha affermato che suo figlio è stato picchiato dalla polizia perché non ha incolpato i giovani del villaggio per la rapina avvenuta nel villaggio che non ha visto.

Ha detto che la polizia ha visitato la sua casa nel villaggio di Mahala e ha ascoltato le dichiarazioni dei residenti locali in seguito ad una rapina presumibilmente commessa da un gruppo di giovani del villaggio. Il padre sostiene che suo figlio non era coinvolto nell’incidente e non era sul luogo della rapina.

Ha detto che gli era stato detto che sarebbe andato alla stazione di polizia con suo figlio e avrebbe assistito a una dichiarazione giurata. Ma suo padre insiste che non sia mai successo. Il ragazzo ha parlato da solo e ha detto che era in un’altra stanza e da lì ha sentito suo figlio piangere.

– Lo hanno picchiato e hanno iniziato a picchiarlo. Lo sentivo gemere e piangere. Il bambino è stato picchiato, minacciato di ripulire e picchiato, ha detto il padre a Creeks.

Il ragazzo aveva ferite alla testa, al collo, al braccio sinistro e alla gamba.

Lascia un commento