La Federcalcio croata ha annunciato sanzioni contro i giocatori del massimo campionato nella settima giornata dell’HNL. L’Hajduk è stata la punizione più severa, ma anche l’Osijek, il cui tifoso ha commesso molte infrazioni, ha ricevuto una punizione pesante.

I biancoblu hanno perso contro la Dynamo, che ha vinto 3-2 in un grande risultato all’Opus Arena, mentre i tifosi di casa lanciavano fogli accartocciati sull’erba e accendevano due fuochi d’artificio, otto luci stroboscopiche e 20 torce.

I tifosi dell’Osijek hanno anche lanciato accendini, carte e altri oggetti contro l’assistente arbitro Sanya Rožak-Karšić e hanno versato loro della birra. Tutto questo è stato registrato dal giudice disciplinare dell’HNS Alan Krakochel…

– L’NK Osijek è stato multato dopo che un tifoso di casa nella tribuna est ha lanciato a terra una grande quantità di carta a forma di palla e di un aeroplano al 2′ della partita di campionato tra Osijek e Dinamo. . Al minuto 34 sono accesi 2 fuochi d’artificio, 8 razzi e 20 fiaccole, mentre i tifosi ospiti hanno acceso 1 razzo al 64′ e 1 fumogeno e 5 razzi al 76′. Durante la partita, i tifosi hanno lanciato accendini, carte accartocciate e birra all’assistente arbitro di Karcic, Sania Roak. L’articolo 66 comma 1 del Codice Disciplinare HNS, in relazione all’articolo 5 comma 5, prevede: una sanzione pecuniaria di 4.000 euro, come si legge nel comunicato.

L’HNS sostiene che Osijek è stato multato di altri 2.000 euro dopo che i tifosi di casa hanno gridato “zingaro, zingaro” all’arbitro della partita dall’altra parte del campo.

Lascia un commento