Lo scrittore nicaraguense Sergio Ramírez stava ricevendo il passaporto ecuadoriano a Madrid dopo che gli era stata revocata la cittadinanza nicaraguense. Ciò è avvenuto nel contesto di una campagna repressiva contro il dissenso organizzata dal regime di Daniel Ortega. Alla cerimonia ha partecipato l’ambasciatore dell’Ecuador in Spagna, Andrés Vallejo. Ramirez ha espresso la sua gratitudine e l’onore che provava, pubblicando il messaggio in questione sui social network. In precedenza, anche la Colombia aveva concesso all’autore la cittadinanza, in segno di riconoscimento del suo sostegno.

Il presidente dell’Ecuador, Guillermo Lasso, ha spiegato che si tratta di “un onore per la libertà e una sfida alla tirannia”. Ha anche sottolineato che è un grande onore per il suo Paese avere Ramírez, un grande scrittore del Nicaragua e dell’America Latina, come cittadino dell’Ecuador.

Il governo del Nicaragua, che ha intensificato la repressione nei confronti dei dissidenti, quest’anno ha privato della cittadinanza più di un centinaio di oppositori del regime, etichettandoli come traditori del Paese.

Lascia un commento