Oggi in parlamento, il governo invierà un nuovo pacchetto di leggi fiscali al Congresso per una seconda lettura, e la prossima settimana dovremmo avere i dettagli di un nuovo pacchetto di misure per frenare l’inflazione.

Mercoledì la Camera di commercio croata ha inviato una richiesta al governo per continuare a sostenere le misure relative ai limiti tariffari di elettricità e gas per le PMI.

Nel loro comunicato stampa hanno sottolineato che il trend positivo dell’artigianato croato non è possibile senza il mantenimento delle misure di aiuto sopra menzionate.

– Per molti commercianti l’abolizione delle misure di aiuto menzionate significherebbe la fine e l’impossibilità di attività redditizie con le quali si guadagnano da vivere non solo molti commercianti, ma in molti casi tutte le loro famiglie e i dipendenti. hanno detto che avrebbe significato

Si propone pertanto di estendere la stessa misura limitata in materia di tariffazione dell’energia elettrica per garantire la stabilità e la prevedibilità dei costi dei commercianti.

– È importante notare che i prezzi del gas sono aumentati in alcuni casi fino al 600%, il che rappresenta una seria minaccia per la sostenibilità del commercio e quindi modera l’aumento dei prezzi del gas. Stiamo cercando misure aggiuntive per il prezzo. Hanno affermato di sostenere specificamente l’applicazione dello stesso modello applicato all’elettricità per ridurre il peso del consumo di gas naturale nel prossimo autunno e inverno.

– La Camera croata dell’artigianato continua affermando che le suddette misure governative hanno permesso a molti artigiani croati di continuare le loro attività, con un conseguente aumento dell’8% del numero di artigiani rispetto allo scorso anno e dell’occupazione degli artigiani. Altri 10.000 addetti ai lavori del settore. Gli artigiani croati hanno sempre dimostrato resilienza e perseveranza, forza e duro lavoro e sono una delle parti più importanti dell’economia croata. Ribadiamo quindi il nostro appello ai governi affinché proteggano e incoraggino l’artigianato nazionale e garantiscano il suo sviluppo e l’occupazione di almeno 229.000 di loro nelle attività artigianali.Sì, ha concluso il presidente della Camera di commercio croata. Su richiesta dell’artigiano Dalibor Kratohvil.

Lascia un commento