Martedì il ministro degli Interni Bozinovich ha tenuto un incontro a Karlovac con i rappresentanti dei comuni e delle città della contea di Karlovac sulle rotte migratorie su invito del governatore della contea di Karlovac, affermando che il centro di registrazione dei migranti sarà probabilmente situato a Dugi Dol, vicino a Krniak. . .

Il vice primo ministro Davor Bozinovic ha detto che il sito dell’ex campo di addestramento militare a Skracka Gora è stato sgomberato per verificare se sarebbe adatto per un simile centro. Dispone di 55 strutture che possono raggiungere i loro obiettivi in ​​tempi relativamente brevi e cercheranno finanziamenti dell’Unione Europea per il centro.

Egli ha sottolineato che quest’anno “le pressioni contro l’immigrazione clandestina aumentano in tutta Europa e in tutte le direzioni”.

– Stiamo esaminando come allentare le attività di polizia nei centri di registrazione dell’immigrazione per servire il pubblico e migliorare la percezione della sicurezza. Per quanto riguarda la via terrestre, la Croazia sarà maggiormente sotto pressione, ma allo stesso tempo, secondo il ministro Vozinovic, garantirà il massimo livello di sicurezza per la sua popolazione.

Ha anche affermato che quest’anno il numero dei migranti è aumentato di circa il 170% e il numero delle domande di asilo è aumentato del 700%.

La governatrice di Karlovac Martina Hrdek Haydin ha espresso la convinzione che l’apertura del centro ridurrà al minimo il movimento degli immigrati clandestini.

– Possiamo fidarci della polizia. Abbiamo abbastanza potere per proteggere la nostra regione e non c’è bisogno di autoarmarsi o auto-organizzarsi, ha affermato il governatore.

Il capo della polizia di Karlovac, Darko Carr, ha detto che l’incontro era “estremamente necessario perché ha creato l’impressione che l’immigrazione clandestina sia un problema nel paese”.

– Nella zona della stazione di polizia di Karlovac è in aumento l’immigrazione clandestina. La nostra capacità di accogliere e registrare gli immigrati è diventata molto ridotta. Ecco perché stiamo cercando un posto sempre migliore per svolgere questo lavoro in modo da poter mettere gli immigrati sotto una migliore supervisione, ha detto l’imperatore.

Egli ha sottolineato che l’immigrazione non rappresenta una minaccia per la sicurezza e che quest’anno non sono stati registrati né delitti né crimini.

Il sindaco Barilović Dražen Perakovich ha sottolineato che il centro gestirà gli arrivi, i soggiorni e le partenze, mentre il sindaco Krjak Perika Matijevic ha detto di non essere contento perché non è stato informato in anticipo.

Lascia un commento