Martedì i soldati croati hanno eretto un ponte temporaneo nella città slovena di Raça Vasa, dopo che il vecchio ponte è stato distrutto dalle devastanti inondazioni che hanno colpito il paese vicino in agosto.

Circa 40 “ingegneri” stanno costruendo un ponte sul fiume Dreta a nord-est di Lubiana, che permetterà alla gente del posto di connettersi con il resto della Slovenia.

Il termine deriva dal cosiddetto ponte di lancio “Bailey M-1”, che i soldati croati installeranno fuori dai confini della Croazia per la prima volta e per la terza volta dopo le devastanti inondazioni che hanno ucciso almeno sei persone contemporaneamente e colpito quasi cinque miliardi di persone c’è una battaglia. EURO.

– Abbiamo avuto l’opportunità di aiutare la Slovenia fin dall’inizio (…) Abbiamo anche costruito dighe per ridurre al minimo i danni delle inondazioni. Il ministro della Difesa croato Mario Vanozic, che martedì ha visitato il cantiere, ha affermato che il ponte aiuta la Slovenia a mantenere aperto il traffico per i suoi cittadini.

Lì è stato accolto dal suo omologo sloveno Marjan Šarek, che ha ringraziato la Croazia e il suo esercito per aver risposto alla richiesta di aiuto internazionale della Slovenia.

– I miei più sentiti ringraziamenti alle Forze armate croate. Ha anche aiutato a organizzare un elicottero dopo aver chiesto aiuto internazionale. Sharek ha detto che ciò dimostra quanto sia importante avere un esercito capace.

Il ponte è lungo 27,43 metri e largo 3,23 metri, e i soldati lo “lanciano” nel fiume Doretta. Il termine lancio significa che i soldati spostano semplicemente la struttura del ponte già assemblata sulla sponda opposta del fiume. con un rotolo.

Alla fine di agosto i militari croati sono tornati dalla Slovenia e hanno lavorato per 20 giorni presso i comuni di Ljubno, Nazarje, Luce e Lečica, caricando e trasportando terra e pietra e costruendo argini in pietra sul fiume Savigna. , rimozione del terreno allagato, pulizia di strade, parcheggi e accessi residenziali.

All’assistenza alla Slovenia ha partecipato anche personale dell’aeronautica militare con elicotteri Mi-171Sh e il 6 agosto è stato impegnato nel trasporto di blocchi di cemento per la costruzione di una diga per prevenire le inondazioni del fiume Mura a Donja Bystrica vicino a Lendava.

Lascia un commento