Sun si riprende dalla prima sconfitta vincendo su Fever, limitando Caitlin Clark a soli 10 punti

In seguito alle notizie secondo cui Caitlin Clark era stata omessa dalla squadra di basket femminile degli Stati Uniti per le Olimpiadi di Parigi del 2024, una delle narrazioni prevalenti di Indiana Fever era che l'affronto avesse “risvegliato un mostro”. Tuttavia, nella recente partita contro il Connecticut Sun, il mostro non è apparso. In una partita in cui il Sun è uscito vittorioso con un punteggio di 89-72, i Fever hanno subito una sconfitta dopo la prima sconfitta della stagione WNBA 2024.

Nella partita precedente, Clark si è mostrata promettente con una prestazione eccezionale, segnando 30 punti, ma non è stata in grado di replicarla contro il Connecticut. Terminando con soli 10 punti al tiro 3 su 8, ha segnato uno dei suoi punteggi totali più bassi della stagione. Clark ha lasciato il gioco nel terzo quarto dopo aver commesso il suo quarto fallo e, nonostante le suppliche del pubblico, è rimasta in panchina insieme agli altri titolari di Fever.

DiJonai Carrington del Sun ha guidato la carica con 22 punti, completato da Alyssa Thomas che ha ottenuto 18 rimbalzi e sette assist. DeWanna Bonner ha aggiunto 17 punti e si è portato al 10° posto nella lista dei tre punti di tutti i tempi della WNBA. Nel frattempo, Aliyah Boston dei Fever ha contribuito con 14 punti con 12 rimbalzi, mentre Lexie Hull e Kelsey Mitchell hanno messo a segno 10 punti.

Con questa sconfitta, il record dei Fever è pari a 3-10 per la stagione e 2-5 in trasferta. Avranno l'opportunità di riprendersi quando ospiteranno l'Atlanta Dream, mentre il Sun affronterà il Chicago Sky nella prossima partita. Nonostante la battuta d'arresto, l'Indiana avrà la possibilità di riscattarsi nei futuri incontri.

Lascia un commento