Il social network TikTok ha aperto il suo primo data center europeo in Irlanda con l’obiettivo di spostare i dati degli utenti europei nel Vecchio Continente per dissipare le preoccupazioni sulle violazioni della privacy e sulla sorveglianza da parte del governo cinese.

La società ha annunciato il trasferimento dei dati a febbraio e martedì ha dichiarato di aver già iniziato a trasferire i dati ai server di Dublino.

Il nome “Project Clover” dovrebbe indicare il ruolo chiave dell’Irlanda nei piani di TikTok. Martedì è stato inaugurato un data center a Dublino. Un altro dovrebbe aprirne un altro in Irlanda e un altro in Norvegia.

La cinese TikTok, di proprietà di ByteDance, ha più volte sottolineato di non aver mai fornito dati al governo cinese. Tuttavia, secondo la BBC, i critici temono che la Cina richieda l’accesso.

Diverse istituzioni, tra cui il Parlamento europeo, la Commissione europea, il Consiglio dell’UE e il governo del Regno Unito, hanno bandito l’app dai terminali ufficiali dei funzionari, ha riferito la BBC.

Il progetto Clover impiega anche la società globale di sicurezza informatica NCC, che ha uffici in tutta Europa, ed è tenuta a esaminare attentamente i meccanismi di protezione dei dati di TikTok e a segnalare eventuali incidenti.

Secondo TikTok, l’NCC lavorerà per migliorare la sicurezza rilevando e rispondendo a “tentativi di accesso sospetti o insoliti”.

Lascia un commento