È difficile da sopportare. Non potevo più restare in silenzio. Da tre anni sopportiamo l’incuria del sindaco di Otoku Josip Šarić. Ha ignorato tutte le mie richieste di aiuto. Non è colpa mia se ho due figli autistici. Chi non vorrebbe che il proprio figlio fosse sano? Ho provato a risolvere il problema da solo, ma non ha funzionato, quindi ho chiesto aiuto. Saric ha detto che mi avrebbe distrutto e si è rifiutato di parlare. Penso che se fosse venuto anche una sola volta e avesse visto la situazione in cui ci trovavamo io, mia moglie e i miei figli, avrebbe parlato diversamente, inizia la difficile storia di Davor Grgic (45 anni).

Lui e la moglie Simona, 32 anni, si prendono cura dei loro tre figli e non possono lasciarli neanche per un momento. Due di loro sono gravemente malati e necessitano di cure 24 ore su 24.

– Mangiamo per terra e le pareti sono tutte bagnate. Abbiamo dovuto sigillare tutte le prese in modo che l’elettricità non uccidesse i bambini. Uno dei miei due figli malati è sempre sveglio, quindi dormo sempre con un occhio aperto. Ho paura che la mia figlia più piccola Ivana (6 anni) si senta un po’ male. Deve portare gli occhiali, ma non può quando è con suo fratello e sua sorella, che soffrono di autismo e di grave ritardo mentale. Mi hanno detto che non c’era scuola per loro. Mio figlio ha masticato il legno della porta, quindi ho dovuto togliere il vetro e mia figlia l’ha colpito e ha rotto la finestra con la testa, quindi ho inchiodato tutto il vetro in modo che i bambini non cadessero dentro, dice.

Lui ha aggiunto che ci sono testimoni contro il sindaco di Otok, vicino a Vinkovci. Possono confermare che Salic si è rifiutato di aiutarlo, dice. – Dato che tutta questa storia è stata pubblicata dai media, ci sono prove che abbia mandato i suoi tirapiedi a rispondermi. In qualche modo nella notte sono apparsi nel giardino due container e me ne è stato offerto un altro. Hanno promesso di iniziare a costruire case su terreni che attualmente sono case fatiscenti e non adatte nemmeno all’allevamento di animali. Non mi fido del sindaco, quindi ho deciso di rendere tutto pubblico. Combatterò per la mia famiglia fino al mio ultimo respiro. Non permetterò che i miei figli vengano rovinati da nessuno, nemmeno dal sindaco, da chi prenderà il suo posto oggi, o da chiunque altro. disse Devor sottovoce.

Oltre alla città, la famiglia di Grgic ha più volte chiesto aiuto al Garante per le persone con disabilità. Da lì hanno inviato un avviso alla città di Otok e hanno chiesto un rapporto, ma Grgic sostiene che il sindaco Šarić e il governatore di Vukovar Suriem Damir Dekanic non hanno risposto.

Saric nega tutto ciò che ha detto Grigić. “Questa è una bugia spregevole”, ha detto, aggiungendo di aver aiutato la famiglia innumerevoli volte.

La città ha annunciato su Facebook che si è trattato di un terribile attacco alla sua reputazione, sostenendo che era falso non aiutare la famiglia Grgics e che la famiglia Grgics aveva ricevuto il maggior sostegno finanziario e di altro tipo negli ultimi 30 anni. Esiste.

– Non è vero che il sindaco Josip Šarić abbia esercitato alcuna influenza su Davor Grgic affinché ritrattasse le sue dichiarazioni contro il giornalista Hedor – La città sostiene che il sindaco non ha mai avuto contatti con Grgic tranne una volta, il 6 settembre. Non sono mai stati in contatto e affermano di aver discusso di un’acquisizione. La città pagherà per i nuovi container domestici.

Inoltre sostengono che è falso il fatto che il sindaco abbia rifiutato di fornire un alloggio adeguato alla famiglia di Davor Grgic e che abbia inviato emissari a casa sua. Affermano che Mirko Martinović è responsabile del caso della famiglia Grgic e ha visitato la famiglia più volte sotto il controllo della città. Egli sostiene inoltre che il rifiuto del Mediatore di collaborare e di rispondere alle domande era ingiusto. Dice anche che non è vero che il signor Šarić ha chiesto al signor Grgic di pagare la metà del prezzo della casa in cui vive.

Lascia un commento