Alexander Zverev si congratulò con Carlos Alcaraz, salutò brevemente il pubblico e scomparve rapidamente nelle catacombe. Dopo una netta sconfitta contro il numero uno del mondo, i campioni olimpici hanno perso l’occasione di raggiungere le semifinali per il terzo anno consecutivo agli US Open.

Il 26enne di Amburgo, esausto per gli sforzi compiuti a 16 anni, mancava di una sorprendente quantità di energia. Dopo 2 ore e 30 minuti Zverev ha dovuto battere il 20enne campione in carica della Spagna 3:6.2. Mercoledì pomeriggio alle 6:00, 4:06 (ora locale). Io do.

L’app Daily Mirror fornisce le ultime notizie, informazioni e analisi direttamente sul tuo smartphone. Anche giornali digitali. Scaricalo qui gratuitamente.

Due giorni dopo la sua drammatica vittoria sull’italiano Janik Sinner, Zverev non aveva un bell’aspetto e ha ricevuto cure dopo il secondo set. “Ha provato davvero tanto a tornare. Sono molto, molto felice che sia tornato qui”, ha detto Alcaraz dopo la vittoria. L’anno scorso Zverev ha mancato lo spettacolo di New York a causa di un grave infortunio alla caviglia.

L’ex numero 2 del mondo deve aspettare la sua prima vittoria in un Grande Slam. Alcaraz non ha certamente giocato ai massimi livelli, ma venerdì affronterà il russo Daniil Medvedev nel primo turno.

Dopo le 21:00 la temperatura ha raggiunto i 28 gradi e le condizioni sono diventate nuovamente difficili.

“Sono molto felice di essere tornato qui. Non potevo farlo mentre ero infortunato”, ha detto Zverev prima di entrare nel campo da tennis più grande del mondo. “Farò del mio meglio. Spero che sarà una partita divertente”. Tuttavia, le aspettative non sono state soddisfatte. Zverev ha trascorso quasi sei ore in campo in più rispetto ad Alcaraz agli US Open ed era chiaro che aveva trascorso più di 14 ore in campo in quattro partite.

Zverev non si è allenato martedì dopo l’epica partita degli ottavi contro Sinner. “Vediamo come si riprende Sasha”, ha detto con presentimento il russo Daniil Medvedev poco prima che venisse deciso l’avversario della semifinale. “Non si è sentito bene negli ultimi due giorni.”

Dopo le 21:00 la temperatura era di nuovo vivace, con una temperatura di 28 gradi Celsius, ma niente in confronto all’aria umida degli ottavi di finale. All’inizio Zverev non ha mostrato segni di stanchezza e ha resistito a una partita forte contro un avversario di sei anni più giovane di lui. , nei primi minuti.

Asciugamano di ghiaccio per Alexander Zverev

Zverev ha sparato a una velocità massima di 220 km/h e Alcaraz ha risposto prontamente. Lo spagnolo ha cercato di dominare la partita fin dall’inizio con i suoi pesanti tiri offensivi. Tuttavia, all’inizio ha commesso alcuni errori inutili. Al cambio di squadra, Alcaraz ha avuto una discussione insolitamente lunga con l’arbitro.

La fase decisiva della partita è arrivata nel giro di dieci minuti. Innanzitutto, quando il punteggio era sul 3-3, Zverev ha lasciato cadere il primo dei suoi due breakball con un leggero errore di rovescio. Nella partita successiva, Alcaraz ha preso il servizio del tedesco. Dopo quattro punti di distacco, la due volte vincitrice del Grande Slam ha vinto il primo set in un totale di 48 minuti.

La leadership del candidato vincitore ha allontanato la tensione dalla folla. A differenza del duello tra Zverev e Sinner, il pubblico di 23.000 spettatori dell’Arthur Ashe Stadium era tutt’altro che elettrizzato.

Rubrica ciclistica “malvagia” Le e-bike sono fantastiche, ma troppo pesanti Come gli uomini riducono le donne negli scacchi “Mi ha guardato il seno per gran parte della partita” Lancio della Bundesliga fitness Lotta multipla contro gli stereotipi

Nella terza partita del secondo turno, Alcaraz è riuscito di nuovo a rompere e festeggiare con un salto giubilante. Lo spagnolo adesso sembrava molto più rilassato e ha provato a mettere la palla dopo il punto per dare l’esempio. Zverev si inchina e si sposta in panchina mentre Alcaraz serve ancora.

Dopo aver perso il secondo set, il numero 1 tedesco si è messo un impacco di ghiaccio intorno al collo, ha chiamato un fisioterapista, ha preso una pausa medica ed è scomparso nello spogliatoio. Alcaraz aspettava in piazza, a torso nudo. Lo spagnolo non è entusiasta, ma Zverev sbaglia altre tre occasioni per il break. Con il punteggio di 4:4, Alcaraz si è ripreso, ha rubato il servizio a Zverev ed ha esultato pochi istanti dopo. (Dpa)

Lascia un commento